PREMIO INTERNAZIONALE MARCHE D’ACQUA FABRIANO WATERCOLOUR 2016

Grande successo per l’inaugurazione, presso il Museo della Carta e della Filigrana, della quarta edizione del Premio Internazionale “Marche d’Acqua” Fabriano Watercolour 2016” che per la quarta edizione è andato al pittore polacco, Stanislaw Zoladz. Erano presenti all’inaugurazione della competizione acquarellistica istituita dalla Città di Fabriano, ben undici dei tredici membri della prestigiosa giuria internazionale presieduta dall’artista spagnolo Pedro Cano, tornato a Fabriano a distanza di 4 anni con una splendida mostra personale “Frutos y Flores” e con una masterclass, seguita da artisti provenienti dall’Italia e dall’estero (perfino dalla Russia) che si è tenuta nel chiostro minore del museo della carta e della filigrana dal 15 al 17 giugno scorsi. Tra gli altri giurati, tra cui Angus McEwan (Scozia), David Paskett (UK), Laurin McCracken (Texas – USA), Konstantin Sterkhov (Russia), Tejo Van den Broeck (Belgio) Isabel Moreno Alosete (Spagna) Lynn Sures (Maryland – USA) e gli italiani Valentina Verlato, Cristina Bracaloni, Angelo Gorlini e Anna Massinissa, spicca il nomi dell’artista cinese Zhou Tianya, curatore della Biennale di Shenzen, la più grande manifestazione acquarellistica al mondo che si tiene proprio nella città cinese che, come Fabriano, ha avuto il riconoscimento di Città Creativa UNESCO. La presenza in giuria di Zhou Tianya, contattato già all’indomani del riconoscimento ottenuto dalla Città di Fabriano, ha reso possibile anche l’avvio di una stretta collaborazione tra le due Biennali acquarellistiche e infatti, il vincitore della competizione fabrianese avrà accesso diretto alla competizione cinese.

Il vincitore dell’edizione 2016 della Biennale Fabriano Watercolour 2016, è il polacco Stanislaw Zoladz,il secondo premio è andato all’artista catalana Teresa Jordà Vitò mentre il terzo è stato assegnato ex equo all’artista bulgaro Kiril Bozhkov e al cinese Li Xiaocheng. La Giuria (alcuni componenti nella foto) ha unanimemente proposto di assegnare un riconoscimento di eccellenza ai seguenti artisti: Liliane Gossens (Belgium), Anna Ivanova (Russia), Ying Jinfei (China), Tendai Johnson (USA), Li Limin (China), Sergey Temerev (Russia), Hu Xiao Xing (China). Oltre alle 48 opere in concorso, al museo della carta sono state allestite altre sei mostre, una con le opere dei componenti la Giuria del Premio, una dedicata ai vincitori delle passate edizioni, una sezione “Guest of Honor” riservata a Gabriele Brucceri, vincitore della edizione 2014. L’Artista vicentino ha infatti raggiunto Fabriano per inaugurare la sua personale “Frammenti del ricordo” composta da 22 splendide opere ad acquarello e tecnica mista tra cui un mosaico, composto da 15 fogli 56 x 76, che campeggia in una delle gallerie del museo attirando l’attenzione di tutti i visitatori! Una sezione espositiva con alcune sue opere è stata dedicata alla memoria di Toni Vedù, co-fondatore del Premio Internazionale “Marche d’Acqua” Fabriano Watercolour e membro della giuria in tutte le edizioni precedenti, prematuramente scomparso nella primavera 2015. Collateralmente al premio e fino alla fine di luglio presso il complesso monumentale di San Bendetto è aperta la mostra personale “il mio nuovo corpo – my new body” di Tejo Van den Broeck, membro della Giuria di PWF 2016, mentre nel chiostro minore, fino alla chiusura della Biennale, è presente la personale “La Gualchiera” di Sergio Macchioli.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati