E’ TEMPO DI ORATORIO A FABRIANO, L’ESTATE E’ PIU’ BELLA IN GRUPPO

Quasi mille bambini hanno frequentato i centri estivi in tutta la Diocesi in questi mesi estivi. Un successo che testimonia come le famiglie investono sull’educazione dei figli e preferiscono farli stare in gruppo invece che a casa. I principali si sono svolti a Fabriano. A San Giuseppe Lavoratore quasi un centinaio di bambini tra i 4 e i 12 anni hanno preso parte ad attività di gruppo come il teatro dei burattini e giochi basati sulla storia di Ralph Spaccatutto. Tutti hanno viaggiato, ogni giorno, attraverso i mondi dei videogame. Al Centro Edimar, l’oratorio della parrocchia di san Nicolò, il campo estivo si è svolto con più di cento di bambini delle scuole elementari e medie, una trentina di animatori e quattro ragazzi del servizio civile. “Abbiamo ripercorso il viaggio del piccolo principe – ha detto Elisabetta Cammoranesi – attraverso giochi, attività e laboratori trasmettendo ai ragazzi il valore dell’amicizia e della creazione di legami fondamentali nella vita”. Quasi 200 giovanissimi hanno preso parte al Summer Camp della parrocchia della Misericordia coordinato da 40 animatori. Bilancio positivo sia per i partecipanti che per gli organizzatori. La parrocchia di Melano, invece, si è trasferita al mare con 50 bambini per 4 settimane ed è diventata marittima. Ogni giorno tante attività in spiaggia per la gioia di piccoli e grandi. Altre colonie sono state organizzate a Cerreto d’Esi, Matelica e in altre frazioni. Un’iniziativa, che va avanti da molti anni, che è stata molto apprezzata anche dal nuovo vescovo della Diocesi, Mons. Stefano Russo, che ha elogiato gli oratori e ha spronato gli educatori e i sacerdoti a proseguire su questa strada. “Sogno una Chiesa – ha detto il giorno della sua ordinazione episcopale – che sia capace di testimoniare con i fatti, prima ancora che con le parole, la realtà di Dio”.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati