CGIL, NELLE MARCHE -6.5% ASSUNZIONI

Nei primi dieci mesi del 2016 le aziende marchigiane hanno assunto 114 mila persone, il 6,5% in meno rispetto allo stesso periodo 2015. La maggior parte dei neo assunti ha un contratto a termine (77,1%), il 16,8% è stato assunto con un contratto a tempo indeterminato e solo il 6,2% come apprendista. I nuovi contratti a tempo indeterminato attivati da gennaio ad ottobre sono 19.079; nello stesso periodo 2015 erano 32.200. E’ il quadro che emerge dallo studio dell’Ires Cgil Marche sui dati Inps. ”E’ chiaro che il Jobs act non funziona – dice Giuseppe Santarelli, della Cgil regionale – e che occorre avviare quanto prima l’iter parlamentare sulla proposta di legge di iniziativa popolare della Cgil per la Carta dei diritti universali. I referendum abrogativi su appalti, licenziamenti e voucher, sui quali la Cgil ha raccolto oltre 3 milioni di firme, diventano oggi necessari per rilanciare la difesa del lavoro e dei diritti, specie dei più giovani”. (Ansa)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati