OMICIDIO VITALETTI, LA NOSTRA VITA HA SENSO. PARLA IL VESCOVO STEFANO RUSSO

Il Vescovo di Fabriano-Matelica, Mons. Stefano Russo si è rivolto ai fedeli della diocesi a seguito della tragedia di Sassoferrato. Una parola di speranza e di conforto, tra ricostruzioni, dinamiche, polemiche e paure.

La vita ha senso – di Monsignor Russo

“Spesso le cronache dei media ci riportano vicende di uccisioni cruente, legate a rapporti affettivi o familiari degenerati. Rimaniamo sempre spiazzati da questi avvenimenti ma in qualche modo “anestetizzarti” dalle distanze che ci separano. Per una sorta di istinto di conservazione, siamo portati a valutare tali fatti con un certo distacco, pensandoli così assurdi, da collocarli ancora più distanti da noi. Quando queste cose accadono “a casa nostra”, come nel caso della triste vicenda di Sassoferrato, ci accorgiamo che il confronto con la realtà si fa durissimo, che non è possibile “allontanarla” da noi. Che quanto è accaduto ci ferisce nel profondo. Emerge, come non mai, che siamo esseri in relazione. Che la nostra vita ha senso, solo se alimentiamo relazioni costruttive. E’ quello che viene in risalto anche dal ricordo affettuoso degli studenti nei confronti del loro professore di lettere. Come comunità cristiana, queste “relazioni costruttive” passano anche attraverso la preghiera, con la consapevolezza che niente può separarci dall’amore di Dio, attraverso il quale ognuno di noi è vivo. E’ l’invito che come pastore mi sento di fare a tutti sostenendo in particolare i familiari del prof. Vitaletti in questo tempo di grande prova.”

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati