RUBANO IL BORSELLO DAVANTI AL CIMITERO, RABBIA A CERRETO D’ESI

Va al cimitero per trovare i propri cari e quando esce trova il finestrino della sua macchina rotto dai ladri che hanno rubato il borsello contenente documenti e alcune banconote. Brutta disavventura per un uomo residente a Cerreto d’Esi che ha subìto il furto in quei dieci minuti in cui è rimasto in preghiera davanti la lapide dei suoi defunti. Sull’episodio indagano le forze dell’ordine. Non è il primo caso, in fatti, che viene segnalato nei cimiteri del Fabrianese. A Cerreto d’Esi sale la rabbia perchè, da tempo, manca il servizio di custodia al camposanto. “L’operatore – hanno detto i residenti – avrebbe anche funzionato come deterrente verso i malintenzionati perchè il custode poteva arrivare al cimitero negli orari più svariati e cogliere sul fatto i ladri”. Il furto è avvenuto in pieno giorno, in una strada molto frequentata che collega la cittadina con Fabriano e fa tornare alla ribalta l’appello di tanti cittadini che, negli ultimi mesi, hanno chiesto l’istallazione delle telecamere nelle principali arterie del comprensorio. Tante le critiche all’amministrazione comunale guidata da Giovanni Porcarelli che non ha riconfermato il servizio di custodia. “Servono – ha detto un anziano – più controlli e la presenza di un custode nelle ore diurne per evitare brutti episodi”.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati