LAVORO, 288 MILIONI INTERVENTI REGIONE MARCHE

Priorità degli interventi nelle aree del sisma a favore della ricostruzione, riorganizzazione dei centri per l’impiego; utilizzo sinergico dei fondi europei; massimo sostegno alla formazione attraverso il sistema duale scuola lavoro; ricollocazione lavorativa con incentivi all’assunzione per le imprese. Sono i punti cardine della programmazione regionale degli interventi a sostegno delle politiche attive del lavoro per il 2017, corredata dai 288 milioni di risorse provenienti dal Fondo sociale europeo. Il documento è stato presentato in Commissione regionale Lavoro dall’assessore Loretta Bravi. Per quanto riguarda le zone terremotate, sono state create misure ad hoc come contributi una tantum per 47,5 milioni di euro per i lavoratori dipendenti e autonomi al momento fermi a causa del sisma; incentivi per 6,5 milioni a sostegno della creazione di imprese nelle zone del cratere (fondi Fse); incentivi per 2,5 milioni di euro a tirocini e assunzioni, 3,5 milioni per la formazione continua degli occupati. (Ansa)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati