LA FESTA DELLA MADONNA DEL BUON GESU’

Oggi, 8 settembre, nel giorno in cui la città di Fabriano celebra il suo patrono, la Madonna del Buon Gesù, clero, fedeli e turisti possono riabbracciare la chiesa madre della diocesi, la Cattedrale di San Venanzio (foto), dopo i lavori condotti dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali che si sono resi necessari a seguito delle forti scosse di terremoto dello scorso anno. Ieri sera la veglia di preghiera con la recita del rosario, i canti della Corale diretta dal maestro Papaleo e la benedizione del vescovo, oggi, la grande festa. Questa mattina sono già state celebrate Sante Messe alle ore 8, 9:30 e 11,15. Il programma prevede, nel pomeriggio, la recita del rosario alle ore 17,30 e, alle ore 18, il solenne pontificale del vescovo diocesano, monsignor Stefano Russo, che potrà presiedere il rito nel presbiterio rinnovato a seguito dei lavori post sisma che si sono conclusi alcune settimane fa.

Gli eventi 

Domani, Sabato 9 settembre, alle ore 9 presso il bocciodromo Cartiere Miliani Fedrigoni Group in piazzale S.Maria Maddalena 29 si svolgeranno le qualificazioni per il campionato Italiano Giovanile con atleti provenienti da tutta Italia. Sabato 16 settembre alle 14:30 appuntamento con il Trofeo dell’Appennino, gara di bocce a coppie tra le società bocciofile delle cartiere Miliani- Sassoferrato – Gualdo Tadino e Gubbio. Sempre domani è prevista la cerimonia inaugurale della mostra “Opere su carta” dell’artista Paolo Gubinelli, che si terrà nella Chiesa di San Giuseppe  di Sassoferrao (Piazza Matteotti) alle ore 17,30. Fino a domenica, a Genga, è previsto il Frasassi Climbing Festival (leggi il programmahttp://www.frasassiclimbingfestival.it/programma/ ). Prosegue, a Fabriano, il raduno FabCon, la convention dei giochi di ruolo e non solo. Tutti i pomeriggi dalle ore 15, fino a domenica 10 settembre, grazie alla collaborazione del negozio “Dimensione X” e di “Alkimia”, l’associazione di Gubbio protagonista dell’omonimo festival dedicato ai boardgames, saranno a disposizione dimostratori disponibili per far provare giochi da tavolo sia a livello principiante che avanzato, studiati per far trovare attorno a una plancia genitori e figli, e per creare occasioni di confronto, sfida e apprendimento. L’appuntamento è al Complesso San Benedetto di Fabriano per la 27ma edizione di un appuntamento amato da piccoli e grandi.
Lo Spirito e la Terra
Si avvia verso la conclusione la quarta edizione del festival “Lo Spirito e la Terra”. Quest’anno la manifestazione, frutto della collaborazione di diverse associazioni che si sono messe a disposizione per la realizzazione degli eventi che hanno composto il festival, ha accompagnato il territorio per due settimane ricche di appuntamenti.  Gli appuntamenti giornalieri con le lezioni di yoga al parco, il concerto di mezzogiorno, le lodi e i vespri e gli incontri “chiacchiere e verdicchio”, che quest’anno si sono svolti presso alcuni bar del centro storico che hanno messo a disposizione i loro spazi, hanno raccolto una numerosa partecipazione, merito anche della molteplicità dei temi trattati in grado di coinvolgere tipologie variegate di persone. Grande partecipazione anche al workshop di acquarello condotto dal maestro russo Konstantin Sterkhov, che si è svolto nel fine settimana presso il Museo della Carta e della Filigrana: 24 partecipanti provenienti da tutta Italia hanno raggiunto Fabriano per la 3 giorni di pittura con il maestro di fama internazionale, confermando il ruolo centrale della città come punto di riferimento per questa tecnica artistica, nel percorso che ha visto la creazione del Museo Internazionale dell’Acquarello e che sta già preparando l’edizione 2018 del festival “FabrianoInAcquarello”. “Lo Spirito e la Terra” si conclude con un weekend ricco di appuntamenti a stretto contatto con la natura.
Venerdì sera 8 settembre, alle 21, l’appuntamento è presso la Grotta di Vallescappuccia, dove l’associazione teatrale Talia metterà in scena in un suggestivo palcoscenico lo spettacolo “La Sibilla, camminare e non temere gli incontri”. La giornata di domani, sabato 9, inizierà invece con il trekking organizzato dall’Associazione Micologica presso la Pineta di Campodonico. Nel pomeriggio appuntamento invece ai prati di Poggio S. Romualdo dove, a partire dalle 16, avrà luogo la ricerca delle erbe spontanee con Margherita Totori. Alle 17 invece, nello stesso luogo, saranno liberati due piccoli falchi (gheppi) che sono stati curati dal centro di recupero rapaci del WWF. Alle 18 appuntamento presso l’abazia di Valdicastro, con la conferenza “S. Cristoforo ed il paesaggio, nuove culture per il nostro futuro”, con Jacopo Angelini e Carlo Brunelli. Sempre a Valdicastro, nei prati dell’abazia, a partire dalle 21 spazio a “La notte del fuoco Scout”. Gli appuntamenti di domenica 10 settembre sono stati annullati per le previsioni di cattive condizioni metereologiche. Il festival si concluderà dunque  sabato sera.
m.a.
error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati