IL PALEOLAGO DI MONTELAGO, DUE EVENTI

La giornata del 21 ottobre sarà interamente dedicata all’iniziativa “La Settimana del Pianeta Terra”, infatti due sono gli eventi in programma nel territorio sentinate. 

La manifestazione prevede un ricco programma che la mattina di sabato interesserà la Frazione di Montelago e tratterà il seguente argomento:

I GEOSITI DELL’APPENNINO NORD-MARCHIGIANO: IL PALEOLAGO DI MONTELAGO

La frazione di Montelago di Sassoferrato sarà protagonista della 5° edizione della “Settimana del Pianeta Terra”. Grazie alla preziosa collaborazione instaurata dalla giunta Pesciarelli con l’Università degli Studi di Urbino, il Paleolago di Montelago è oggetto di approfonditi studi e ricerche che hanno fatto emergere caratteristiche di una biodiversità unica candidando il territorio sentinate in questione, insieme ad altri geositi dell’Appennino Nord Marchigiano, alla Rete Europea e Globale dei Geoparchi UNESCO. La manifestazione a valenza nazionale, che prevede una settimana di eventi in diverse località del territorio italiano, è nata con lo scopo di scoprire e valorizzare il nostro patrimonio geologico e naturale; vuole inoltre diffondere rispetto e cura per l’ambiente, promuovere il turismo culturale e, non ultimo, appassionare i ragazzi alle scienze ed in particolare alle geoscienze. Proprio in questo contesto, il comune di Sassoferrato, l’Unione Montana del Catria e Nerone e l’Università degli Studi di Urbino organizzano sabato 21 ottobre la manifestazione “I GEOSITI DELL’APPENNINO NORD-MARCHIGIANO: IL PALEOLAGO DI MONTELAGO” secondo il seguente programma:
Ore 9.00: ritrovo presso la piazza di Montelago di Sassoferrato (AN)
Ore 9.15: inizio dell’escursione verso il “lago che non c’è”(Durante l’escursione sulle tracce dell’antico lago, sarà raccontata la storia del “lago che non c’è” e che fino a 2000 anni fa caratterizzava il paesaggio della frazione di Montelago, alle pendici del Monte La Penna (Gruppo del Monte Strega), dalla sua origine alla sua scomparsa. Sarà anche un’occasione per conoscere i risultati di nuovi e stimolanti studi focalizzati sulle oscillazioni climatiche e ambientali dell’Olocene nell’Appennino centrale).
Ore 12.00: ritorno a Montelago
Ore 13.00: pranzo al sacco presso area di ristoro
ISCRIZIONE E ASSICURAZIONE
Iscrizione obbligatoria entro il 19/10/2017

Quota iscrizione:
– gratuita
Modalità di iscrizione: mail e/o cellulare: Andrea Mazzoli – mazzoliandrea@ymail.com – 327 0683674 | Irene Valdarchi – irevalda@libero.it – 349 0665867
Assicurazione consigliata, a carico del partecipante
La seconda iniziativa è prevista nel pomeriggio alle ore 16,00, quando ci si sposterà nella Frazione di Cabernardi dove nella suggestiva collocazione dell’Auditorium del Parco Archeominerario, verrà trattato il seguente argomento:
“Zolfo e minatori nell’Appennino centrale”

La scoperta di un ricco giacimento di zolfo alla fine del 1800 nelle campagne intorno a Cabernardi, paese agricolo del comune di Sassoferrato, trasformò un’intero territorio in una fiorente area industriale, grazie alle miniere di zolfo di Cabernardi e Percozzone e alla raffineria di Bellisio Solfare.

Il minatore a zolfo divenne per oltre 70 anni il mestiere più diffuso e meglio retribuito. Le vicende legate al bacino minerario cambiarono il destino socio economico dei comuni di Sassoferrato, Pergola e Arcevia.

A


Cabernardi, “Paese dello Zolfo”, dopo sessant’anni dalla fine dell’attività estrattiva, il Museo della miniera di Zolfo e il Parco Archeominerario raccontano oggi la storia della miniera di zolfo più importante d’Europa.

PROGRAMMA
ORE 16.00;
SALUTI DEL SINDACO DI SASSOFERRATO – UGO PESCIARELLI
SALUTI DEL PRESIDENTE DEL PARCO DELLO ZOLFO DELLE MARCHE – CARLO EVANGELISTI
ORE 16.15:
“ZOLFO E MINATORI NEL BACINO MINERARIO DI CABERNARDI”
A CURA DI PATRIZIA GRECI – PRESIDENTE DELL’ASS. CULTURALE “LA MINIERA” ONLUS
ORE 16.30:
“GEOLOGIA, METODI DI ESTRAZIONE E LAVORAZIONE DELLO ZOLFO NELLE MINIERE DELL’APPENNINO CENTRALE”
A CURA DEL PROF. ARDENIO OTTAVIANI – DOCENTE DI STORIA
ORE 18.00
VISITA GUIDATA AL PARCO ARCHEOMINERARIO DI CABERNARDI

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati