WEEKEND IN CITTA’ CON 150 PERITI CARTAI E 200 GINNASTE DI TUTTA ITALIA AL PALAS

La città di Fabriano ospiterà la seconda giornata del Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica che porterà oggi 28 ottobre e domani, oltre 200 tra ginnaste e tecniche delle migliori 30 società della ritmica italiana. Precisamente si inizia al Palaguerrieri alle ore 16.00 di sabato 28 ottobre con la Serie A2 che vedrà partecipare le seguenti società: Etruria Prato, Flaminio Roma, Gymnica Forli, Iris Giovinazzo, Moderna Legnano, Nervianese di Nerviano, Polimnia Romana, Putinati Ferrara, Rhythmic School Biella. Alle 20,00 sempre di oggi sarà il momento clou sia perché è la Serie A1, sia perché andrà in pedana a Fondazione Carifac Ginnastica Fabriano, che dovrà scontrarsi con Ardor Padova, Armonia Chieti, Motto Viareggio, Petrarca Arezzo, Pontevecchio Bologna, San Giorgio Desio, Terranuova Bracciolini, Udinese, Virtus Gallarate.

La società detentrice è Desio, ma la prima giornata ha visto in cima al podio Chieti, che ha preceduto proprio la Ginnastica Fabriano e Udine. Chieti tra le proprie fila schiera la fresca campionessa del Mondo, la russa Dina Averina, ginnasta perfetta che garantisce sempre punteggi elevatissimi che fanno la differenza. Anche Udine è ben attrezzata con la israeliana Ashram e la promessa italiana Agiurgiugulese. Desio, scudettata del 2016, paga il momento poco felice della campionessa italiana Bertolini e dal vivaio poco performante e per ora staziona al quinto posto, senza mire di riconfermarsi come campione d’ Italia. Vedremo in pedana anche altre star che hanno partecipato al Mondiale di Pesaro dello scorso settembre, come la bielorussa Halkina, la ucraina Mazur, la bulgara Vladinova e diverse altre. La Ginnastica Fabriano schiererà una formazione giovanissima e tutta italiana che ha strappato commenti molto positivi tra gli addetti ai lavori della ritmica nazionale, plaudendo il secondo posto  ben meritato da Milena Baldassarri, Talisa Torretti, Alice Aiello, Sofia Raffaeli, Serena Ottaviani e Melany Muscella, senza l’ apporto di punti ‘strangers’. Domenica 29 ottobre si inizierà con la Serie B Nazionale alle 10, sempre al Palaguerrieri dove queste società, Arcobaleno Prato, Aurora Fano, Eurogymnica Torino, Falciai Arezzo, Kinesis Varese, La Fenice Spoleto, Olimpia Senago, Opera Roma, Ritmica 2000 Cagliari, La Coccinella Gorla Maggiore Varese cercheranno l’accesso alla serie superiore. Saranno presenti a Fabriano i vertici della Federazione Ginnastica d’ Italia.

Cartai a Fabriano

Un evento sempre più completo quello di oggi, sabato 28 ottobre: la presentazione del libro scritto da Paolo Natali, intitolato “La Storia unica di una scuola unica 1939… 2004  I.T.I.S. A. Merloni Fabriano” la cui ristampa è avvenuta grazie al sostegno dall’ingegner Francesco Merloni, su indicazione del professor Claudio Biondi che a sua volta ha chiamato a raccolta diplomati dell’indirizzo Cartario Itis che lo hanno trasformato in un evento storico-culturale di alto profilo. La prima importante novità concerne la diretta streaming che andrà online sul sito www.radiogold.tv grazie alle riprese di Mga Web Tv dei fratelli Angelini, ovviamente è previsto anche la realizzazione del dvd integrale di questo appuntamento in programma alle ore 11,30 nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Industriale, corredato chiaramente da una serie di momenti che abbracceranno tutti gli attori della secolare tradizione cartaria. Infatti nel pomeriggio, grazie alla concessione del patron della Fedrigoni, dottor Alessandro, si terrà alle 14,30 la visita all’Archivio Storico delle Cartiere Miliani, con l’Istocarta e la Pia Università dei Cartai che guideranno i diplomati Itis partecipanti, provenienti da tutta Italia, in una vista di rimarchevole valore storico, unica nel suo genere con tanto di pregevole omaggio ricordo. Detto ciò un passo indietro, poiché al mattino, in virtù della piena collaborazione con dirigente il d’Istituto ing. Giancarlo Marcelli, alle ore 9,30 si terrà la visita, guidata dagli insegnanti Sandro Romani e Carla Cingolani, al Laboratorio di Cartiera del plesso che ha diplomato centinaia di “Periti industriale capotecnico specializzazione Chimica e Cartaria” duplice titolo per il quale arrivavano tante richieste da prestigiose aziende dell’industria chimica e cartario. “Per il settore chimico” ci ricorda il p.i. Sandro Farroni diplomato nel 1962 e poi diventato direttore generale delle Cartiere Miliani “istanze di colloqui di lavoro giungevano dalla Montecatini, Eni, Snia; mentre dall’ambito cartario venivano dalle Burgo, Cartiere italiane, Donzelli, Cartiere De Medici, Miliani, Del Reno, Subiaco, IPZS, Mondadori. Un preside degli anni 1960-62 (Malossi) – rileva ancora Farroni – fece l’impossibile, tentando ogni strada, per trasferire il Diploma a Torino, azione non riuscita per l’energica opposizione del compianto professor Ugo Duca ed una commissione di nostri genitori. Soltanto anni dopo il titolo venne scisso in chimici e cartai. Negli anni successivi il dottor Giovanni Carmenati, chimico presso l’Ariston, organizzò insieme all’ing. Osvaldo Emery l’associazione dei Periti Industriali fabrianesi usciti dall’istituto con un congresso annuale ove veniva assegnata una targa di merito ai periti distintisi nell’attività professionale e la pubblicazione di un opuscolo in merito”. Infine, sempre rimanendo alla cerimonia di presentazione del libro, oltre al saluto delle autorità cittadine tra cui il sindaco Gabriele Santarelli, uno dei personaggi-imprenditori più conosciuti nel Bel Paese e all’estero, il nostro mastro cartario Sandro Tiberi, omaggierà con preziose opere in filigrana l’autore del libro, Natali, e come dono per l’Istituto il preside Marcelli.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati