TRE SPETTACOLI, FABRIANO CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE DEL TEATRO

Si terranno venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 Marzo gli spettacoli-evento per celebrare la Giornata Mondiale del Teatro, un’iniziativa ideata dall’Istituto Internazionale del Teatro, organizzazione creata nel 1948 su iniziativa dell’UNESCO.

“Il teatro deve essere un luogo aperto, non esclusivo. Non solo prosa e spettacoli, ma un grande contenitore aggregativo, ricreativo e didattico.” – Così l’Assessore alla Cultura Ilaria Venanzoni alla conferenza stampa di presentazione delle serate.

Ad illustrarci il contenuto degli eventi Stefano Stopponi, in rappresentanza dell’Associazione: “Questa edizione della Giornata Mondiale del Teatro, che cade ogni anno dal 1962 il 27 Marzo e che a Parigi sarà celebrata presso la sede dell’UNESCO, nel fabrianese è organizzata in tre serate ambientate nel palcoscenico del Teatro Gentile. – ha affermato – Fruire del teatro significa usufruire dei suoi spazi in diversi modi. Il teatro va vissuto e per farlo al meglio vanno trovati modi alternativi, cercando ad esempio di ridurre la distanza tra attori e pubblico, raccontando storie. Ecco quindi che presentiamo 3 monologhi, articolati in queste tre serate, nelle quali la scena avrà come sfondo la platea ed i palchi illuminati nella penombra, mentre pubblico e attori occuperanno insieme il palcoscenico, nel tentativo di condividere tre storie uniche raccontate da tre attori tanto distanti tra loro per vissuto, quanto vicini per passione teatrale.”.

“Nella volontà di proporre qualcosa di diverso, quindi, si parte Venerdì 23 Marzo alle ore 21:15 con Malabrenta: un monologo di Giorgio Sangati interpretato da Giacomo Rossetti, il quale racconterà la storia di una delle più potenti organizzazioni criminali del Nord Italia dal dopoguerra, “la mala del Brenta”, ricostruita attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta dall’interno. – ha illustrato Stopponi – Si prosegue poi Sabato 24 Marzo alle ore 21:15 con 900, un recital letterario di Alessandro Baricco, che vedrà Fabio Bernacconi narrare la storia di un personaggio surreale, proprio dello stile dell’autore, accompagnato musicalmente dalle note del pianoforte suonato da Paola Taticchi. Infine, Domenica 25 Marzo alle ore 21:15 andrà in scena Loro di Napoli, monologo biografico di e con Antonio Cuccaro, uno dei nostri soci. Una vita piena di dolori espressa in chiave scanzonata, con quella tipica verve napoletana che ci fa entrare a diretto contatto con gli stereotipi del Napoletano medio.”.

Sia “900” che “Loro di Napoli” sono spettacoli interamente di produzione di “Papaveri e Papere”.

“Gli eventi capiteranno in concomitanza sia temporale che spaziale con le Giornate di Primavera del FAI, essendo entrambi previsti nella suggestiva cornice artistica locale, cosa a mio parere estremamente positiva, perché il connubio non potrà che catalizzare ancor di più le attenzioni.” – ha dichiarato Stefano Stopponi.

L’ingresso al singolo spettacolo sarà a pagamento per la cifra prevista di 8€ intero, 5€ ridotto per gli under 19 e 18€ per l’ingresso alle tre serate: “Ci tengo a sottolineare – ha concluso – che nonostante quello che si possa pensare sulla richiesta di pagamento per godere degli spettacoli organizzati in onore di un’importante giornata di festa qual è quella Mondiale del Teatro, io credo che questo sia più che sensato, perché bisogna comprendere e tenere a mente che il Teatro ha vita finché da una parte c’è chi racconta e dall’altra chi ascolta e per farlo è disposto a pagare, perché questo è l’unico modo per far sì che chi racconta, chi si dona, possa continuare a farlo. L’unico modo per far continuare a vivere il Teatro e per potersene alimentare, è alimentarlo.” Si consiglia la prenotazione al 377-5134998.

Paola Rotolo

 

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati