100 STUDENTI SPERIMENTANO IL 1° ‘CONTAMINATION LAB’ di COMUNICAZIONE

Jesi – Martedì 17 aprile nella prestigiosa cornice della Sala Consiliare del Comune di Jesi, si è concluso il progetto Linguaggi, segni e simboli della comunicazione visuale, progetto di Eccellenza di Alternanza Scuola Lavoro finanziato dal Ministero dell’Istruzione e dell’UniversitàI e condotto dall’Istituto “Cuppari” scuola capofila di una rete di scuole dal dicembre 2017.
Ben 100 studenti provenienti dalle scuole secondarie di secondo grado di Jesi – dall’Istituto Tecnico Economico Tecnologico e per il Turismo “Pietro Cuppari”, dagli Istituti di Istruzione Superiore “Galilei” e “Pieralisi”, dall’Istituto industriale “Marconi”, dai Licei Classico “Vittorio Emanuele II” e Artistico sez. Jesi “Mannucci” e dall’Istituto alberghiero “Varnelli” di Cingoli – hanno esplorato le moderne tecniche e tecnologie utilizzate nelle professioni inerenti la Comunicazione Visuale come la grafica digitale, il giornalismo, Weblogging, la fotografia e il videomaking, acquisendo significative competenze digitali utili alla comunicazione del terzo millennio.

Il progetto Linguaggi, segni e simboli della comunicazione visuale è il diretto precursore del CULTURE@LABJ, Laboratorio territoriale per l’occupabilità per l’impresa culturale e la manifattura 4.0 realizzato grazie al finanziamento ministeriale di 750 mila euro e ad una ampia partnership, pubblica e privata, a partire dal Comune di Jesi e il Gruppo Maccaferri che prenderà il via a partire dal prossimo anno scolastico. Nel corso delle settimane full time si è potuto implementare e sperimentare la metodologia Contamination Lab. Gli studenti, provenienti da scuole e indirizzi di studio diversi, si sono mescolati in gruppi di lavoro misti, apportando come valore aggiunto il loro diverso bagaglio di saperi e competenze, fornendo un mix che ha condotto a risultati sorprendenti. A testimoniarlo sono i tre esperti professionisti che hanno guidato gli studenti nell’apprendimento: Federico De Cecco per la fotografia e il videomaking, Sara Ferreri per il giornalismo e il Web Blogging, Simone Mosca per la grafica digitale. In poco tempo le ragazze e i ragazzi hanno potuto sperimentare percorsi e tecniche di alto profilo grazie alle avanzatissime strumentazioni digitali messe a disposizione dall’Istituto Cuppari presso cui è stato ospitato il progetto. Martedì alla presenza dei Dirigenti Scolastici, dei docenti Referenti per l’Alternanza Scuola Lavoro, degli studenti e delle studentesse partecipanti sono stati presentati i lavori migliori e consegnati gli attestati di partecipazione alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati